Questo sito web utilizza i cookie.
Questo sito web utilizza i cookie tecnici. I Cookie di profilazione sono utilizzati da contenuti di terze parti.
Continuando la navigazione sul nostro sito, chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni fai riferimento alla Cookies Policy.

logotype

LA DISFATTA E LA RISCOSSA STUPISCE LIVORNO

LA DISFATTA E LA RISCOSSA STUPISCE LIVORNO

Il progetto diventerà tesina d’esame per gli studenti toscani

LIVORNOUna operazione importante, quella di ricordare il sacrificio dei fanti nella Grande Guerra e soprattutto il ricordare nel modo in cui gli studenti sardi hanno proposto, senza falsa retorica, senza momenti inutili. Un progetto che ha colpito tutti perché è stata una cosa viva, sentita, interpretata da ragazzi particolarmente calati nella parte, capaci di esprimere voci emozionate. Se la Scuola tutta riuscisse a insegnare la storia a questo modo, si catturerebbe di certo l’attenzione degli studenti. Queste le parole della Prof.ssa Annamaria Squarcini, docente di italiano e storia dell’Istituto di Istruzione Superiore Buontalenti, Cappellini, Orlando,  al termine della rappresentazione, La Disfatta e la Riscossa. Parole che sanciscono, ancora una volta, il successo del nuovo progetto della Pro Loco di Cossoine, inerente i fatti della Prima Guerra Mondiale, presentato in occasione del centenario 1917-2017.

Un’Aula Magna gremita, molte le persone rimaste in piedi, tutte straordinariamente coinvolte nel documentario-racconto. La platea, equilibrata fra ospiti e studenti, ha tributato numerosi applausi per tutto il corso dello spettacolo. Gli studenti locali, in particolare, si sono ritrovati immediatamente immersi nella storia e, quasi senza accorgersene, sono stati catturati dalle immagini, dai suoni dei teatri di guerra, dalle vicende raccontate con un linguaggio a loro vicino.

Soddisfazione anche fra i partner dell’iniziativa, in particolare Antonio Deias, Presidente del Circolo dei Sardi “Quattro Mori” di Livorno e Gianni Deias, Presidente del Circolo “Grazia Deledda” di Pisa, quest’ultimo promotore del progetto “La Memoria e il Silenzio”, presentato in seno alla propria Associazione, in occasione del centenario 2016.

Antonio Deias, già a conoscenza del precedente lavoro nell’occasione dell’incontro di Pisa, si è detto certo che La Disfatta e la Riscossa sarebbe stato di altrettanto pregio. E’ per questo che l’Associazione “Quattro Mori” non ha avuto alcuna titubanza a presentarlo agli studenti, addirittura senza averlo precedentemente visionato. Il risultato ha confermato tale certezza ed è stato ancora una volta il frutto di uno studio attento e di un enorme lavoro.

Gianni Deias ha posto l’accento sull’efficacia del messaggio che la Pro Loco ha voluto trasmettere. Considerati i recenti venti di guerra, il progetto dovrebbe essere divulgato, soprattutto nelle scuole, affinché si possa avviare una riflessione sulla storia che ci ha preceduto. 

Le conclusioni arrivano sempre dalla Prof.ssa Squarcini, la quale si è detta interessata a proporre il progetto ai propri studenti, all’interno della tesina d’esame.