Questo sito web utilizza i cookie.
Questo sito web utilizza i cookie tecnici. I Cookie di profilazione sono utilizzati da contenuti di terze parti.
Continuando la navigazione sul nostro sito, chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni fai riferimento alla Cookies Policy.

logotype

LA VEGLIA DELLE COSCIENZE

LA VEGLIA DELLE COSCIENZE

La Pro Loco di Cossoine presenta un nuovo progetto nella Giornata della Memoria

COSSOINE - In occasione della Giornata della Memoria del prossimo 27 gennaio, la ProLoco di Cossoine presenterà un nuovo progetto culturale, con la collaborazione del Comune. Si tratta di una mostra documentaria e fotografica inerente il campo di concentramento di Auschwitze di uno spettacolo teatrale che ripercorrerà le tappe della Shoah, nell’immane tragedia seguita all’avvento del Nazismo. 

La mostra, intitolata “L’Umanità negata dall’Uomo”, verrà allestita presso la Casa Parrocchiale e raccoglierà ben quattro sezioni, la prima inerente le condizioni che hanno portato allanascita dell’ideologia nazista e allo scoppio della seconda guerra mondiale, la seconda le fasi direalizzazione del Campo di Auschwitz, la terza e la quarta la visita al KL Auschwitz I e al KLAuschwitz II Birkenau.

L’inaugurazione si terrà alle ore 9.00, alla presenza degli istituti superiori del territorio, i cui studenti saranno impegnati nella visita guidata e nella proiezione di alcuni documentari. L’apertura al pubblico è invece prevista per le ore 19.30, malgrado la mostra resterà permanente con possibilità di visita tutte le domeniche, dalle ore 10.30 alle ore 12.30.

Lo spettacolo teatrale, intitolato “La Veglia delle Coscienze”, è previsto al Salone Parrocchiale, alle ore 17.30. Il progetto ha l’obiettivo di mantenere vivo il ricordo dell’Olocausto, monito per le generazionifuture,affinché tali orrori non debbano ripetersi. La Regia sarà della Pro Loco di Cossoine, le voci narranti di Francesco Bosincu, Fabiola Casule, Chiara Fadda, Maria Teresa Fais, Andrea Sardu, Edoardo Solinas, le musiche di Egidio Campus, Antonio Manca, Edoardo Solinas, Vittorio Vargiu, la voce soprano di Sabrina Mura.